Intervista – Dr.ssa Annachiara Nuzzo
31 Luglio 2015
RavennaNotizie.it
30 Agosto 2015

Un successo di pubblico e calore umano. Grazie Ravenna.

Piazza del Popolo senza defibrillatori: “Porremo la questione al comitato sull’ordine e la sicurezza”

20.09.2015

E’ uno dei punti cardine attorno al quale si è concentrata la discussione di lunedì, nella sala della Confesercenti di Ravenna, dove in occasione della Festa del Quartiere Alberti si è tenuta l’inaugurazione dell’attività dell’associazione Cuore e Territorio.

FullSizeRender-6FullSizeRender-3IMG_3019-1FullSizeRender-1

 

 

 

 

Ravenna è una città con un reparto cardiologico di eccellenza ma con una scarsa rete di cardio protezione sul territorio.  In piazza del Popolo, luogo di principale passaggio della città e sulla quale si affacciano Amministrazione comunale e Prefettura, non c’è neanche un defibrillatore. Tuttavia, seppure ci fosse nessuno ad oggi lo saprebbe usare. E’ uno dei punti cardine attorno al quale si è concentrata la discussione di lunedì, nella sala della Confesercenti di Ravenna, dove in occasione della Festa del Quartiere Alberti si è tenuta l’inaugurazione dell’attività dell’associazione Cuore e Territorio, presieduta da Giovanni Morgese, con la vicepresidenza del dottor Massimo Margheri, direttore della Cardiologia e dell’Utic del Santa Maria delle Croci di Ravenna.

Sul tema si sono confrontati durante un breve dibattito il Prefetto di Ravenna, Francesco Russo; il dottor Massimo Margheri; il dottor Matteo Aquilina, cardiologo dell’Ospedale di Ravenna; Matteo Guerra, amministratore della clinica San Francesco di Ravenna e figlio di Sergio Guerra, storico allenatore della Teodora e della nazionale femminile di pallavolo; i politici Valentina Morigi, assessore al Bilancio; Martina Monti, assessore alla Sicurezza, Pietro Vandini, capogruppo del Movimento 5 Stelle . Tra il pubblico rappresentanti delle Autorità giudiziarie e del comando dei carabinieri e della polizia municipale.

Di fronte all’evidente carenza di Ravenna, dove mancano volontari formati e la presenza di una rete capillare di defibrillatori, uno strumento in grado di salvare la vita a una persona colpita da infarto se utilizzato in tempo,  il prefetto Francesco Russo ha annunciato che il tema sarà messo all’ordine del giorno della prossima riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.  Stesso discorso per la politica dove l’assessore Martina Monti ha annunciato di portare la questione all’attenzione dell’amministrazione comunale.

FullSizeRender-14

La giornata è stata uno straordinario momento di aggregazione e solidarietà: il team composto dai cardiologi Federica Giannotti e Matteo Aquilina e dalla dottoressa Alessandra Semino, coadiuvati dagli infermieri Federico Severi, Lorella Dell’Anna e Dana Bereschi hanno eseguito tra elettrocardiogrammi e esame della fibrillazione atriale, 400 screening in tutto. L’età del paziente più piccolo controllato è di 4 anni, 80 quella del più anziano: tutti godono di buona salute. Un evento che è stato realizzato grazie anche alla preziosa collaborazione dei volontari: Vittorio La Porta, Paolo Baldini, Annalisa Cosentino, Gianni Ghirardini, Davide Gazzi e Andrea Di Virgilio, Elisabetta Galli.

gruppo giusto

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.