Piazza del Popolo 10 gennaio 2016, ore 09,00 Appuntamento con il Cuore
6 Gennaio 2016
A Sant’Alberto con il Cuore!
17 Gennaio 2016

Insieme, in cammino, per salvare un Cuore

Inaugurazione defibrillatore anno 2016 - Piazza del Popolo

Oggi la  Piazza più importante di Ravenna ha cominciato a prendere vita sin dalle prime ore della mattina.

944073_201949926818074_6913013244253182721_nCome promesso, l’Associazione “Cuore e Territorio” continua nel progetto di rendere Ravenna una città cardio protetta. Oggi un primo, importantissimo passo, si è concretizzato, grazie all’energia e alla disponibilità di quanti hanno a cuore la città: è stato installato presso l’ingresso della Banca Unicredit, in Piazza del Popolo, il primo defibrillatore pubblico: disponibile sempre e per chiunque.

La manifestazione ha avuto oggi il sapore antico delle aggregazioni di un tempo, ha risposto all’appello dell’Associazioni “Ravenna Cammina” e “Cuore e Territorio” una moltitudine colorata di persone, pronte a camminare con la Città e per la Città.

Bambini, adulti, ciclisti, autorità: tutti insieme perché il cammino di ognuno diventasse il cammino di tutti e la meta comune.

12540523_201698793509854_4991210314592832178_nUna nutrita formazione di atleti del “Team Sambi” di Christian Sambi ha cominciato a ravvivare Piazza del Popolo, riempendola di magliette originalmente progettate da “Cuore e Territorio” riportanti lo slogan dell’Associazione: “Attenzione il Cuore è importante, serve ad amare … Proteggilo!!”   e  dalle 09,00 in poi a macchia di leopardo, giubbotti  arancioni e rossi di Ravenna Cammina hanno cominciato a formare una lunga colonna di partecipanti alla “Camminata Cardioprotetta”. Le 100 persone che hanno voluto condividere un risultato sanitario di notevole spessore hanno percorso, unitamente al Sindaco della Città, Fabrizio Matteucci, all’Assessore Martina Monti e all’Assessore Roberto Giovanni Fagnani, via Cairoli, via C.Ricci, piazza Caduti, via Mazzini, via Zagarelli alle Mura, via Di Roma, via Diaz, via Antica Zecca, via Mariani, piazza Garibaldi, per poi giungere nuovamente, dopo 2,5 Km, a Piazza del Popolo.

12439005_202078936805173_5758909340736942458_nAlle 10,50, Don Paolo Pasini, sacerdote della Chiesa Santa Maria del Torrione, ha benedetto, con una cerimonia sentita, il defibrillatore che il Presidente dell’Associazione “Ravenna Cammina”, Ivo Angelini, ha voluto donare alla cittadinanza di Ravenna, in ricordo  tangibile, dell’amico e Vice Presidente dell’Associazione, Riccardo Montanari venuto prematuramente a mancare.

Il Sindaco nel ricevere il dono sottolineava :“I defibrillatori sono uno strumento importantissimo di primo intervento per le crisi cardiache. Il Comune di Ravenna è pronto ad operare e collaborare per la loro diffusione. Oggi dico grazie all’associazione Cuore e Territorio e al suo Presidente Giovanni Morgese,  all’associazione Ravenna Cammina e al suo Presidente Ivo Angelini e al direttore di Unicredit, Paolo Onestini . Ringrazio infine il Prefetto di Ravenna Francesco Russo che si è adoperato insieme a noi per rendere possibile l’installazione di questo defibrillatore nel cuore della nostra città”.

1462909_1030407180353390_582470839004231261_nInfine il Presidente di Cuore e Territorio ed il Sindaco concordavano sulla necessità di predisporre ed organizzare, nell’immediato futuro, corsi di formazione all’uso del defibrillatore, soprattutto per le persone che, per attività prefessionale, gravitano presso la Piazza.

Il Presidente Morgese dichiarava la propria soddisfazione per l’evento, per la partecipazione e per il risultato, ricordando di aver ricevuto telefonate e messaggi di compiacimento da molti cittadini. Riferisce:” un solo rammarico, ho letto qualche sporadico commento negativo sui social network, dove si evidenzia come le priorità della città siano altre a fronte di molti altri problemi. I problemi ci sono, innegabile, ma salvare una vita per me rimane, sempre, una priorità. Comunque pur comprendendo la critica, figlia di un disagio, devo dire però che mi stupisce sempre quando un giovane, anzichè proporre un cambiamento, si limita a criticare e a distruggere quello che altri cercano di fare, con sacrificio e con passione, per il bene della collettività. Ma sono  sicuro che sapremo conquistare anche quei pochissimi che non credono più in nulla”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: